eGrupos Logo
Inicio > Mi Página > Mis Grupos > grafologiauniversitaria > Mensajes

 Índice de Mensajes 
 Mensajes 652 al 671 
AsuntoAutor
Grafología Psicoló Mª Luz P
ASESINOS EN SERIE Mª Luz P
Il Gesto Grafico g Mª Luz P
Análisis de la esc Mª Luz P
Reglero, César, e Mª Luz P
Falsedad Documenta Mª Luz P
INCIDENCIA DE LA P Mª Luz P
L'attività grafica Mª Luz P
SEILER, JOSEPH Mª Luz P
La Graphologie Mª Luz P
Cristofanelli, Pac Mª Luz P
D. MAURICIO XANDRÓ Mª Luz P
D. AUGUSTO VELS.- Mª Luz P
Augusto Vels y Mau Mª Luz P
VIÑALS, Francisco Mª Luz P
Artículos de Crimi Mª Luz P
VIÑALS, Francisco Mª Luz P
Los hijos de nuest Mª Luz P
Toni Sánchez en el Mª Luz P
Barcelona negra Direcc.
 << 20 ant. | 20 sig. >>
 
ICG

Mostrando mensaje 988     < Anterior | Siguiente >
Responder a este mensaje
Asunto:[grafologiauniversitaria] Cristofanelli, Pacifico (1995): Segni del vissuto, Mecanismi di difesa e richieste di aiuto nelle grafie di adolescenti
Fecha:Domingo, 19 de Abril, 2009  20:51:16 (+0200)
Autor:Mª Luz Puente <marfrains @.......com>

 

Cristofanelli, Pacifico (1995): Segni del vissuto, Mecanismi di difesa e richieste di aiuto nelle grafie di adolescenti, Libreria G. Moretti - Urbino, 152 páginas

Cristofanelli, Pacifico (2005):LA TUA SCRITTURA IL TUO CARATTERE. ELEMENTI DI GRAFOLOGIA, Paoline (Corso Regina Margherita, 2 10153 Torino), 134 páginas

Cristofanelli, Pacifico (2004): Grafologia Dalla scrittura alla personalità, Edizioni Messaggero Padova (Tel. 049/89.30.922 - Fax 049/89.30.225), 189 páginas

CRISTOFANELLI, Pacifico; Lena,  Silvio (1991): L’attività grafica in età evolutiva Esame, ricerche, prospettive, Libreria G. Moretti Editrice - Urbino,  295 páginas

Cristofanelli, Annachiara e Pacifico( 2004): Grafologicamente. Manuale di Perizie Grafiche, CE.DI, S. EDITORE, Roma, 2004, 392 página

 


 Ricordo di padre Nazzareno Palaferri

  

 

por Pacifico Cristofanelli

 

Ho conosciuto padre Nazzareno Palaferri dei francescani conventuali nel 1977 all’inizio della Scuola Superiore di grafologia presso l’Università di Urbino, dove era docente. Già da qualche anno era stato chiamato da padre Lamberto Torbidoni a far parte dell’Istituto Grafologico Moretti, lo storico Istituto che ha raccolto appunto l’eredità di Girolamo Moretti (1879-1963) ideatore e fondatore ella grafologia italiana.

 

Pur non avendo collaborato personalmente con il Moretti e superata qualche residua remora colorata di scetticismo nei confronti della sua attività grafologia, Palaferri si era buttato con entusiasmo nell’avventura grafologica dove ha portato il segno della sua forte personalità individuale e creativa.

 

Nel suo pluridecennale impegno ha ripreso in mano la grafologia morettiana con l’intento di darle una organizzazione solida e di farne uno strumento utile e una scienza accreditata, lavorando in diverse direzioni.                                                                                 Foto: Padre Nazzareno Palaferri con bastón al lado de Pacifico Cristofanelli

 

Una direzione privilegiata del suo contributo è stata l’attenzione alle grafologie estere (Grafologia comparata  oltre a Grafologia generale è stata una delle discipline che ha insegnato, per più di venti anni e con orari molto intensi, nella scuola universitaria urbinate). I suoi primi articoli riguardano proprio la ricerca delle corrispondenze profonde e implicite tra le intuizioni morettiane e quelle di altri capiscuola (come Max Pulver) o comunque di importanti autori di riferimento (come Ania Teillard o Augusto Vels).

 

Un’altra direzione importante del suo impegno di studioso è stata quella di dare alla grafologia morettiana strumenti precisi e omogenei e in questo senso ha insistito nella ricerca definizione esatta degli elementi costitutivi dei vari segni grafologici, della loro quantificazione e, in particolare, della loro ragione o spiegazione scientifica ricercata preferenzialmente nei settori della psicoanalisi e della medicina.

 

La sua preoccupazione di fondo era quella della valorizzazione dell’intuizione morettiana, anche se, non raramente, essendo uomo intuitivo e creativo, gli appariva naturale e normale attribuire al Moretti idee, ipotesi e scoperte personali che veniva maturando nella sua ricerca, nel suo insegnamento, nella sua attività professionale e di cui troviamo traccia nelle sue opere.

 

Accanto all’insegnamento nelle scuole universitarie urbinati (Scuola superiore di studi grafologici, Scuola diretta a fini speciali di studi grafologici, Diploma universitario in consulenza grafologica, Laurea in tecniche grafologiche) va ricordata anche la sua attività di docente nella Scuola di specializzazione in medicina olistica attiva per vari sempre presso l’Università di Urbino, grazie all’iniziativa del dottor Corrado Bornoroni nel quale Palaferri aveva un importante punto di riferimento per la verifica delle sue intuizioni, per il supporto medico-scientifico e comunque per il confronto.

 

Per quanto riguarda la sua attività professionale ricordiamo le numerose e approfondite analisi per i privati che spesso erano accompagnate da colloqui che negli ultimi anni erano diventati sostitutivi dell’analisi scritta. Colloqui intensi, ricercati e talora anche temuti dai richiedenti perché il suo linguaggio schietto (e anche tagliente, ma anche questo faceva parte della pedagogia) metteva a nudo problemi e situazioni personali.

 

Posso testimoniare che, all’inizio della prima scuola urbinate, per esigenze di studio e per mettere alla prova la validità della grafologia (alla quale in genere ci si avvicina con atteggiamenti scettici) sottoposi in maniera anonima all’esame grafologico di Palaferri la grafia di Lorenzo Milani. Ne uscì un profilo preciso, profondo, concreto, originale  del priore di Barbiana.

 

Nell’archivio dell’Istituto Moretti rimangono numerosissime le analisi, richieste generalmente dalle varie postulazioni per le cause dei santi, effettuate su grafie di persone per le quali sono stati attivati processi di canonizzazione. Dato il suo perfezionismo e le sue esigenze di approfondimento, di completezza e di esaustività, ognuna di queste analisi costituisce quasi una monografia grafologica.

 

Oltre ai numerosi articoli e a varie dispense per gli studenti della Scuola di grafologia, ricordiamo tre opere: Dizionario grafologico morettiano (è in preparazione la sesta edizione proprio in questo periodo), Tipologia umana, caratterologia e grafologia, L’indagine grafologica e il metodo morettiano, le prime due pubblicate dall’Istituto Grafologico Moretti e la terza dal Messaggero di Padova.

 

Il segno della sua forte ed esigente personalità rimarrà nell’animo di tutti coloro che l’hanno conosciuto personalmente e che l’hanno avuto come maestro. I suoi scritti rimangono fondamentali nella storia e nell’attualità della grafologia contemporanea.


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

 

 

 





Inicio | Apúntate | Bazar | Grupos | Gente | Quienes somos | Privacidad de Datos | Contacta

eGrupos is a service of AR Networks
Copyright © 1999-2004 AR Networks, All Rights Reserved
Terms of Service