eGrupos Logo
Inicio > Mi Página > Mis Grupos > rrr > Mensajes

 Índice de Mensajes 
 Mensajes 1 al 20 
AsuntoAutor
PASSIAMO INSIEME U ANTENNA
IL 13/07/2005 SIAM ANTENNA
...MERCOLEDI 13/07 ANTENNA
Frequenze positive ANTENNA
CLUB AMICI ANTENNA
MERCOLEDI, 27 lugl ANTENNA
Comunicato stampa ANTENNA
PROGETTO PER CARTO ANTENNA
ENOTECA MAGGIOLINI ANTENNA
630 milioni di eur ANTENNA
Auguri amici, augu ANTENNA
MERCATO COPERTO... ANTENNA
Per Pasqua, ANTENNA
L’ANTENNA ITALIANA ANTENNA
L’Antenna italiana ANTENNA
L'amicizia... ANTENNA
FESTA DEL VOLONTAR ANTENNA
EMPANADAS ARGENTIN ANTENNA
AUGURI da L'ANTENN ANTENNA
Per destinare la q ANTENNA
 << -- ---- | 15 sig. >>
 
..."RETE MONDIALE DOPO L'EVENTO

Mostrando mensaje 14     < Anterior | Siguiente >
Responder a este mensaje
Asunto:[rrr] L’ANTENNA ITALIANA NEL MONDO PRESENZIA...
Fecha: 15 de Mayo, 2006  18:45:53 (+0200)
Autor:ANTENNA <info @...............it>

L’ANTENNA ITALIANA NEL MONDO PRESENZIA ALLA STIPULA DI UN IMPORTANTE ACCORDO TRA L’UNIVERSITA’ DI BOLOGNA, SEDE DI BUENOS AIRES, I DISTRETTI ITALIANI E L’ASSOCIAZIONE PER IL COMMERCIO ITALO-ARGENTINO ACIA, AVVENUTA IN BOLOGNA, SEDE ALMA MATER  IL 08/05/2006

 

 

 

              L’Antenna Italiana nel Mondo ha avuto modo di presenziare, nella persona del suo presidente Dr. Renato Albini e del direttore Arch. Daniele Bellardi, alla stipula di un importante protocollo di cooperazione avvenuta il giorno 8 maggio c.a. in Bologna, presso la prestigiosa sede dell’Università ALMA MATER nel complesso di Santa Cristina.

              I protagonisti di tale accordo di cooperazione sono l’Università Alma Mater di Bologna, sede di Buenos Aires, i Distretti Italiani e l’Associazione per il Commercio Italo-Argentino ACIA; l’accordo nasce dal comune intento dei tre Enti di perseguire obiettivi di rafforzamento della competitività delle imprese e dello sviluppo dei reciproci territori, l’elaborazione di programmi e progetti di cooperazione e interscambio accademico, lo sviluppo di progetti comuni di ricerca rivolta al business, l’organizzazione di conferenze e seminari, la partecipazione al Master in internazionalizzazione e sviluppo locale, il coinvolgimento nelle attività di imprese, istituzioni governative e non governative italiane e argentine. A firmare l’intesa sono stati i responsabili di tali organismi e cioè il Prof. Giorgio Alberti in qualità di Direttore dell’Università di Bologna in Buenos Aires, il Dr. Paolo Terribile Presidente dei Distretti Italiani e l’Avvocato Pietro Baccarini in qualità di Presidente dell’ ACIA.

              Al termine dell’incontro i due rappresentanti dell’Antenna Italiana hanno avuto modo di dialogare con i protagonisti dell’evento, ribadendo la comunità degli intenti e prefigurando in particolare con l’Avv. Pietro Baccarini  dell’ACIA ed il Dr. Carlo Spagnoli di Unioncamere, la possibilità d’intraprendere comuni iniziative; altrettanto proficuo è stato il colloquio con il Prof. Alberti che ci ha chiesto espressamente di aggiornarlo sulle attività poste in essere dell’Antenna, così come interessanti sono risultati gli altri contatti intercorsi con i numerosi convenuti all’evento.

              Si riporta qui di seguito il testo del comunicato redatto dall’ACIA sull’accordo bolognese. Nell’allegata documentazione fotografica si possono distinguere i protagonisti della stipula dell’accordo che sono l’Avv. Pietro Baccarini sulla sinistra, il Prof. Giorgio Albert al centro ed il Dr. Paolo Terribile sulla destra. 

 

 

www.antennaitaliana.it

 

 

 

 

 

 

 

Testo del comunicato redatto dall’ACIA:

 

 

 

UN PONTE TRA ITALIA E ARGENTINA IN CAMPO ECONOMICO: INTESA PER LO SVILUPPO DELLE RELAZIONI ECONOMICHE TRA UNIVERSITA’ DI BOLOGNA, SEDE DI BUENOS AIRES, DISTRETTI ITALIANI E ASSOCIAZIONE PER IL COMMERCIO ITALO-ARGENTINO-ACIA (Bologna, 8.5.06)

 

Università di Bologna, sede di Buenos Aires, Distretti Italiani e Associazione per il Commercio Italo-Argentino-ACIA identificano obiettivi comuni nel rafforzamento della competitività delle imprese e lo sviluppo dei reciproci territori. Programmi e progetti di cooperazione e interscambio accademico, sviluppo di progetti comuni di ricerca rivolta al business, organizzazione di conferenze e seminari, partecipazione al Master in internazionalizzazione e sviluppo locale, coinvolgimento nelle attività di imprese, istituzioni governative e non governative italiane e argentine.  Sono questi, fra gli altri, i temi del protocollo di cooperazione tecnica firmato ieri a Bologna, presso la prestigiosa sede dell’Università del complesso di Santa Cristina. A firmare l’accordo i responsabili dei tre organismi, il Prof. Giorgio Alberti (Direttore Università di Bologna, sede di Buenos Aires), il Dr. Paolo Terribile (Presidente Distretti Italiani) e l’Avvocato Pietro Baccarini (Presidente ACIA). Nel corso della cerimonia della firma, cui hanno preso parte rappresentanti del mondo accademico e del mondo imprenditoriale, il Prof. Alberti ha evidenziato come, sulla base di questa intesa e dei successivi accordi specifici settoriali, potrà essere avviata una proficua collaborazione tra gli organismi di rete che valorizzi a pieno il lavoro avviato nell’ambito della formazione e della ricerca già da 12 anni dall’Università in Argentina. E’ stato poi posto l’accento sull’importante lavoro che potrà essere svolto insieme alla Fondazione Osservatorio Pmi dell’Università stessa, realizzato in collaborazione tra Techint e l’Unione Industriali dell’Argentina. Il Presidente Baccarini dell’ACIA ha messo in evidenza sull’utilità che accordi come questo hanno per il rilancio di un rapporto tra Italia e Argentina in campo economico “raffredatosi” in questi ultimi anni dopo i noti fatti post-crisi finanziaria del paese latino-americano. Ma gli sviluppi recenti dell’economia Argentina fanno ben sperare: l’economia è tornata a crescere trainata dall’export e sostenuta dalla domanda interna e il Pil, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, ha registrato nel quarto trimestre del 2005 una crescita del 9,9% rendendo l’Argentina interessante per investimenti esteri e per scambi commerciali. Il Presidente Terribile infine ha evidenziato il ruolo dei Distretti Italiani quale strumento importantissimo per favorire questi processi. In particolare i Distretti Italiani possono rappresentare un “laboratorio” di ricerca e di studio operativo, in particolare per le attività relative al supporto all'internazionalizzazione ed all’interscambio commerciale tra i due paesi. Determinante a favore della riuscita dell’accordo sarà la capacità di coinvolgere direttamente le imprese, gli studenti del master dell’Università di Bologna e le reti per la ricerca e per le politiche di innovazione.

Le parti si sono già date appuntamento a Buenos Aires, per il prossimo mese di settembre quando verranno presentati alle autorità locali il programma del Master ed i primi risultati dell’accordo all’interno di un importante evento comune che coinvolgerà tutti gli attori dello sviluppo delle relazioni economiche e del business tra i due paesi.

 

Bologna, 8 maggio 2006

 

 

 






Inicio | Apúntate | Bazar | Grupos | Gente | Quienes somos | Privacidad de Datos | Contacta

eGrupos is a service of AR Networks
Copyright © 1999-2004 AR Networks, All Rights Reserved
Terms of Service